Isaf Sailing World Cup, a Hyeres la seconda giornata

Finalmente Hyeres, nel vero senso del termine: vento teso e regolare, con punte fino a 20 nodi d’intensità (tra i 230° e 250° la direzione), aria limpida, cielo azzurro e centinaia di barche che sfrecciano nella sua famosa Rada, luogo ricco di storia che dopo aver ospitato, nei secoli scorsi, intere flotte di navi da guerra, negli ultimi cinque decenni si è trasformata nella Scala delle classi olimpiche, teatro di memorabili edizioni della Semaine Olympique e adesso della prima tappa europea dell’ISAF Sailing World Cup, la Coppa del Mondo delle classi olimpiche e paralimpiche che ieri ha fatto il suo esordio nel Sud della Francia.
Una giornata spettacolare e in generale positiva per la vela italiana, che dopo gli ottimi risultati ottenuti ieri, anche oggi si è confermata nella classe 49er con gli equipaggi Stefano Cherin-Andrea Tesei (sesti) e Jacopo Plazzi-Umberto Molineris (decimi), in ambito 470 maschile, con la seconda posizione nella classifica generale di Gabrio Zandonà e Andrea Trani, nel catamarano Nacra 17, grazie al nono posto di Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, e nel Finn, con il settimo posto di Michele Paoletti. Ottima la performance odierna di Giulia Conti e Francesca Clapcich, medaglia di bronzo ai Mondiali di Santander 2014, che grazie a una vittoria di giornata (e un secondo), si portano al quarto posto della graduatoria del 49er FX, e buoni spunti oggi anche per Roberta Caputo-Alice Sinno nel 470 femminile, Daniele Benedetti nell’RS:X uomini e Federica Salvà-Francesco Bianchi nel Nacra 17. Domani le dieci classi olimpiche e le due paralimpiche impegnate in questa ISAF Sailing World Cup di Hyeres torneranno in acqua per la terza giornata di regate, mentre la conclusione della manifestazione è prevista per domenica, con la disputa delle Medal Race, le regate secche a punteggio doppio riservate ai migliori dieci di ogni singola classifica.

Nacra 17
1.Billy Besson-Marie Riou/FRA (8-3-1-1-12-3); 2.Lin Christiansen-Christian Lubeck/DEN (4-8-6-6-18-6); 3.Jason Waterhouse-Lisa Darmanin/AUS (6-1-19-2-10-17); 9.Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri (1-UFD-8-11-17-7); 14.Federica Salvà-Francesco Bianchi (7-13-2-33-24-13); 29.Lorenzo Bressani-Giovanna Micol (24-34-UFD-21-20-25).

RS:X F
1.Lilian De Geus/NED (15-3-2-4-4); 2.Isobel Hamilton/GBR (28-8-5-7-2); 3.Maja Dziarnowska/POL (29-28-1-1-1); 11.Laura Linares (3-7-16-19-36); 22.Flavia Tartaglini (22-16-13-13-31); 26.Marta Maggetti (13-14-32-24-23); 37.Veronica Fanciulli (38-33-27-31-35).

RS:X M
1.Piotr Myszka/POL (7-10-3-7-18); 2.Nimrod Mashiah/ISR (28-23-2-2-1); 3.Przemyslaw Miarczynski/POL (15-27-6-4-5); 13.Daniele Benedetti (17-18-4-26-14); 16.Mattia Camboni (23-6-32-20-8); 29.Federico Esposito (4-8-38-38-38); 39.Marco Baglione (36-40-19-28-36).

49er
1.Peter Burling-Blair Tuke/NZL (2-9-3-1-1-2); 2.Jonas Warrer-Anders Thomsen/DEN (5-15-32-4-3-3); 3.Nathan Outteridge-Iain Jensen/AUS (33-4-1-17-12-6); 6.Stefano Cherin-Andrea Tesei (3-14-5-7-24-24); 10.Jacopo Plazzi-Umberto Molineris (31-13-22-3-10-18); 27.Giuseppe Angilella-Pietro Zucchetti (10-25-31-2-37-UFD); 29.Luca Dubbini-Roberto Dubbini (13-32-37-8-32-21); 31.Ruggero Tita-Giacomo Cavalli (32-17-17-19-29-26).

49er FX
1.Ida Marie Baad Nielsen-Marie Thusgaard Olsen/NOR (7-1-3-6-1-6); 2.Tamara Echegoyen-Berta Betanzos Moro/ESP (3-20-28-2-5-2); 3.Jena Hansen-Katja Salskov Iversen/DEN (8-3-12-BFD-9-3); 4.Giulia Conti-Francesca Clapcich (DSQ-8-13-13-2-1); 21.Maria Ottavia Raggio-Paola Bergamaschi (11-18-34-4-37-37); 39.Giulia Genesio-Francesca Volpi (38-34-35-35-28-38).

Finn
1.Giles Scott/GBR (25-1-5-1); 2.Edward Wright/GBR (3-30-2-5); 3.Pieter Jan Postma/NED (2-22-9-2); 7.Michele Paoletti (12-2-25-16); 22.Filippo Baldassari (9-38-12-24); 24.Giorgio Poggi (24-4-27-22); 29.Enrico Voltolini (32-31-22-7).

Laser Standard
1.Tom Burton/AUS (2-33-3-2); 2.Nicholas Heiner/NED (5-24-4-5); 3.Tonci Stipanovic/CRO (3-8-6-8); 24.Alessio Spa¬do¬ni (15-12-29-32); 36.Francesco Marrai (35-20-32-37); 38.Enrico Strazzera (39-21-34-36); 39.Giovanni Coccoluto (32-23-38-40).

Laser Radial
1.Anne Marie Rindom/DEN (3-24-6-1); 2.Evi Van Acker/BEL (17-4-4-2); 3.Gintare Volungeviciute Scheidt/LTU (6-3-8-4); 12.Silvia Zennaro (2-20-37-14); 26.Joyce Floridia (14-22-24-36).

470 F
1.Hanna Mills-Saskia Clark/GBR (7-6-1-18); 2.Anne Haeger-Briana Provancha/USA (4-3-10-7); 3.Jo Aleh-Polly Powrie/NZL (3-25-6-5); 15.Roberta Caputo-Alice Sinno (8-33-2-29); 24.Elena Berta-Giulia Paolillo (14-29-11-37); 26.Benedetta Di Salle-Alessandra Dubbini (10-21-26-34).

470 M
1.Sime Fantela-Igor Marenic/CRO (3-3-6-2); 2.Gabrio Zandonà-Andrea Trani (6-4-2-26); 3.Jordi Xammar-Joan Herp/ESP (5-12-1-31); 22.Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti (16-11-29-25); 33.Matteo Capurro-Matteo Puppo (30-34-12-29).

2.4 mR
1.Damien Seguin/FRA (3-9-2-1); 2.Bjornar Erikstad/NOR (1-1-6-10); 2.Megan Pascoe/GBR (7-3-3-2); 10.Antonio Squizzato (12-6-5-15).

Sonar
1.Harrison-Harris-Boaden/AUS (2-1-2-3); 2.Jourdren-Flageul-Vimont Vicary/FRA (1-5-4-1); 3.Kroker-Prem-Mainka/GER (3-4-1-2).

 

Lascia un commento