Isaf Sailing World Cup, a Hyeres Silvia Zennaro parte bene

Condizioni meteo incerte e variabili a Hyeres per la prima giornata di regate dell’ISAF Sailing World Cup, il circuito mondiale riservato alle classi olimpiche e paralimpiche, che ha preso il via oggi nel Sud della Francia. Fin dalla mattina, la rada di Hyeres, località della Regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra considerata il tempio della vela olimpica, è stata accarezzata da venti medio leggeri e instabili (mai oltre i 10 nodi d’intensità, 240° circa la direzione), sotto un cielo velato e con rari sprazzi di sole. Una situazione anomala per Hyeres, famosa per i suoi campi di regata spazzati dal forte Mistral che ormai da 47 anni ospitano la Settimana Velica, che ha leggermente rallentato il programma di questa prima giornata della Coppa del Mondo delle classi olimpiche e paralimpiche, evento a cui è presente al completo la Squadra Nazionale di vela diretta da Michele Marchesini.

Molto bene, nel complesso, i risultati ottenuti dalla vela italiana, che ha brillato in tutte le classi, con acuti di Michele Paoletti, secondo nella classifica generale dei Finn dopo due prove, Federico Esposito e Laura Linares, entrambi terzi nelle due graduatorie della tavola a vela RS:X, Stefano Cherin-Andrea Tesei, quarti dopo tre prove tra i 49er, e Gabrio Zandonà-Andrea Trani, terzi nell’ambito del 470 maschile. Bene anche Alessio Spadoni (nono tra i Laser Standard), Silvia Zennaro (settima tra i Laser Radial), Joyce Floridia quattordicesima, Giorgio Poggi (settimo tra i Finn), Marta Maggetti (undicesima nell’RS:X F), Giulia Conti-Francesca Clapcich (decime nel 49erFX), Benedetta Di Salle-Alessandra Dubbini (13me nel 470 F), Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti (11mi nella classifica dei 470 M), Federica Salvà-Francesco Bianchi (ottavi tra i Nacra 17) e Antonio Squizzato (nono tra i 2.4 mR).

Da segnalare che il nuovo corso della Coppa del Mondo delle classi olimpiche, iniziato l’anno scorso con la Finale di Abu Dhabi (evento conclusivo del circuito che farà tappa negli Emirati Arabi anche quest’anno), prevede una copertura televisiva totale per le Medal Race (le regate finali riservate ai migliori dieci di ogni singola classe), che come annunciato oggi dall’ISAF, saranno trasmesse in diretta, con produzione affidata alla società inglese Sunset+Vine, sul sito della stessa federazione mondiale della vela, oltre che diffuse in 45 Paesi. Un’altra novità rispetto al passato, è la presenza di un montepremi in denaro, quantificato in 72.000 Dollari, da dividere tra le classi in regata a Hyeres: “Siamo lieti di poter assegnare dei premi in denaro agli atleti che rappresentano il meglio della vela olimpica”, ha dichiarato in proposito il Presidente dell’ISAF, nonché al vertice della FIV Carlo Croce, che questa mattina, appena arrivato in Francia, è subito sceso in mare per assistere alle regate. “Oltre alla vittoria di una medaglia di rilievo e alla possibilità di qualificarsi per Abu Dhabi, è importante che i velisti possano contare su questo incentivo”, ha aggiunto Croce.

 

Lascia un commento