Meeting del Garda, cresce l’attesa per la regata dei record

Manca davvero poco alla 33ma edizione del Meeting del Garda Optimist: tra una settimana infatti, mercoledi 1 aprile, inizierà ufficialmente la manifestazione velica protagonista del Guinness Worlds Records per essere la regata monoclasse più numerosa al mondo e che, per la prima volta, sarà anticipata nella giornata di mercoledi 1 aprile dalla “1st Meeting Country Cup”, una regata di flotta a cui accede un solo rappresentante per nazione, segnalato dall’associazione nazionale della classe Optimist di ogni singolo Paese.

Nel tardo pomeriggio seguirà la consueta e sempre suggestiva cerimonia di apertura prevista nel centro storico di Riva del Garda. Ad oggi le nazioni pre-iscritte a questa nuova proposta agonistica per nazioni sono 14, ma dovrebbero aggiungersene altre: previste possibilmente tre regate di flotta con arbitraggio (regatanti controllati da giudici attenti ad eventuali infrazioni al regolamento). Per l’Italia sarà presente il Campione Italiano in carica Alessandro Caldari (Circolo Nautico Cesenatico).

Ventisette invece le nazioni provvisorie partecipanti al Meeting del Garda Optimist (prima regata giovedi 2 aprile ore 13), evento famoso ormai in tutto il mondo, diventato ambasciatore della Fraglia Vela Riva, della città di Riva e del lago di Garda-Trentino. L’incredibile colpo d’occhio offerto da così tante velette ha attirato anche l’attenzione dei media nazionali: il 33mo Meeting del Garda Optimist sarà infatti protagonista della prima puntata di Linea Blu, che andrà in onda il sabato successivo, 11 aprile.

L’apprezzata trasmissione di Rai 1, che va a scoprire le meraviglie del nostro territorio, porterà sul piccolo schermo le emozioni e i sogni dei giovani regatanti che apprezzano sia la bellezza del territorio, che gli sforzi organizzativi della Fraglia Vela Riva con dirigenti e genitori impegnati per offrire il meglio, e naturalmente il vento sempre deciso dell’Alto Garda.

Tra le nazioni che non erano presenti da moltissimi anni quest’anno anche il Sudafrica, rappresentato solo nelle primissime edizioni da alcuni timonieri. Quest’anno Alex Falcon, papà italiano, realizzarà il suo sogno e da Cape Town arriverà a Riva del Garda per rappresentare il suo paese, dopo 25 anni di assenza al Meeting. “Non vedo l’ora di regatare al Meeting del Garda perché ho sentito dire che è una regata con tantissime barche e su un lago che ha un paesaggio bellissimo, con montagne alte e ripide che cascano dentro l’acqua. In Sud Africa alle regate Optimist ci sono al massimo 30 barche. Quelle della classe Mirror, i nazionali e i mondiali, sono le regate con il maggior numero di barche alle quali ho partecipato e si arriva al massimo a 70-80. Per me essere in mezzo a quasi 1000 barche sarà una cosa incredibile. Il vento invece non mi preoccupa, perché qui da me a Cape Town regatare con 30 nodi è normale e anche l’acqua non è di certo calda! I sudafricani non viaggiano molto per andare a fare le regate, secondo me è per questo che non sono molto forti: manca l’esperienza internazionale e quel confronto, che fa crescere agonisticamente”, ha raccontato Alex qualche giorno prima di partire per l’Italia.

Ad oggi i pre-iscritti sono oltre 800, tra cui 196 cadetti (9-11 anni) e 655 juniores (12-15 anni) in rappresentanza di 27 nazioni con Germania e Italia tra le più numerose, insieme a Svizzera Svezia, Danimarca. Tra i Paesi più lontani Sud Africa e Stati Uniti.

Vicini alla Fraglia Vela Riva, oltre alla Provincia di Trento e la Federazione Italiana Vela, le istituzioni locali del Comune di Riva, Ingarda, Riva del Garda Fiere e Congressi; Kinder + Sport affiancherà anche quest’anno la manifestazione garantendo la copertura dell’evento in streaming nelle ultime due giornate; non manca il supporto di ITAS Assicurazioni, partner della Fraglia Vela Riva per tutta la stagione.

Lascia un commento