Mondomare ha preso il largo: Appuntamento a Padova dal 20 al 22 marzo

Mondomare ha già levato le ancore: dal 20 al 22 marzo 2015 i visitatori che arriveranno in Fiera a Padova potranno “tuffarsi” nel mare di proposte del Salone dedicato alla nautica, alla pesca, alla subacquea e agli sport acquatici. Dalle imbarcazioni da diporto e carrellabili, a vela ed a motore, all’abbigliamento, alle attrezzature ed accessori per la nautica, la pesca e la subacquea – presente quest’anno con una sezione speciale – fino alle proposte delle scuole nautiche: l’offerta di Mondomare – che con la concomitante ExpoCamper vede la presenza di oltre 200 espositori su un totale di 22mila metriquadri – è davvero ricca e capace di soddisfare le richieste e le esigenze più diverse.

La navigazione “attraverso” Mondomare quest’anno presenta anche alcune importanti novità: di grande interesse la collettiva proposta quest’anno per la prima volta da una quarantina di aziende della vicina città di Chioggia (Venezia), che hanno deciso di fare squadra – riunendosi sotto le insegne del Chioggia Yacht Group – per presentare in modo congiunto la loro proposta e le ricchezze del loro territorio: in Fiera si presenteranno le aziende del settore della nautica, ma anche della filiera collegata, dalle tappezzerie artigiane fino alle falegnamerie. Fra i “tesori naturalistici” di Chioggia, anche le Tegnùe, conformazioni rocciose che si trovano a poche miglia dalla sua costa e che sono assolutamente uniche per la struttura e per gli organismi che le abitano, tanto che l’area è stata dichiarata Zona di Tutela Biologica: i visitatori che arrivano in Fiera potranno conoscere più da vicino questo “patrimonio” grazie alla presenza dell’associazione Le Tegnue, impegnata nella sua tutela. Proprio alla biodiversità nei fondali di Chioggia sarà dedicato un convegno in programma domenica 22 alle ore 11.

Al Salone si affianca poi un Fuorisalone – straordinario “ponte” per collegare Fiera e città – organizzato da PadovaFiere e dall’associazione Amissi del Piovego, per condurre i visitatori alla scoperta di Padova e della sua lunga tradizione di città d’acque: per l’occasione la vicinissima zona del Portello con la sua porta cinquecentesca riscoprirà la vocazione originaria, tornando ad essere per qualche giorno un piccolo porto dove saranno attraccate alcune imbarcazioni. Non solo: durante la tre giorni di fiera è in programma un ricco cartellone di iniziative collaterali, con esibizioni, prove di voga alla veneta, miniregate e visite guidate, mentre all’interno del Bar Tre Scalini – storico locale del Portello, durante i primi del Novecento meta di molti viandanti provenienti via fiume dalla vicina Venezia – verrà proposta un’esposizione di documenti e reperti legati alla storia della navigazione fluviale a Padova.

Lascia un commento