Extreme Sailing Series – Act 2: Lino Sonego Team Italia contro le onde

Extreme Sailing Series™ 2015: Lino Sonego Team Italia contro le onde. The Wave Muscat domina la prima giornata, sei regate, poi arriva il maltempo e no more race today.

E’ il day 1 dell’Act 2 di Muscat per queste Extreme Sailing Series 2015™ e il Lino Sonego Team Italia scende in acqua dopo gli allenamenti del martedì pomeriggio previsti da schedule. Le condizioni del vento e una buona conduzione fanno ben sperare il team che schiera come skipper il pluricampione del mondo Lorenzo Bressani. Al via della prima manche, dopo una mattinata passata come doveroso alle presentazioni dei team e alle raccomandazioni del comitato di regata la flotta prende il mare. Con un vento di 9 nodi arriva la prima manche di giornata che vede subito gran fermento in barca comitato, i padroni di casa di Omansail e Lino Sonego Team Italia sono tra i più reattivi. Regate veloci, attimi intensi, incroci, questo è lo spettacolo della Extreme Sailing Series, The Wave Muscat vince la prima prova di questa giornata, davanti a Sap Extreme Sailing Team e Oman Air, per il Lino Sonego Team Italia una sesta posizione di ripiego. Il tempo di rimettere “in chiaro” le scotte, mangiare la prima barretta energetica e il secondo start arriva puntuale. Si va tutti a sinistra, Gac Pindar, The Wave Muscat e Omanair hanno una marcia in più, Bressani e Lino Sonego Team Italia scalpitano, Team Turx cerca un bordo per sorprendere tutti ma Gac Pindar fa un ottimo lavoro e vince la seconda prova. Terza prova in scena a pochi minuti dal termine della seconda, Oman Air è il team più costante nelle fasi iniziali, il vento inizia a salire, 14 nodi per la terza manche, in mare le condizioni iniziano a diventare “maschie”. E’ una bella regata che vede Sap Extreme Sailing Teamvincere davanti a The Wave Muscat e RebBull, qualcosa da rivedere per i nostri ragazzi. Brezza stabile sui 13 nodi, si parte per la quarta regata odierna che inizia con una bella partenza al centro della flotta per Lorenzo Bressani scegliendo il lato destro che sembra essere quello con più pressione, i team di casa sono veramente in forma, Wave Muscat e Red Bull stanno appaiati a Lino Sonego Team Italia, al pin è bagarre. The Wave Muscat , Red Bull, Oman Air e Team Italia a metà regata. The Wave Muscat sembra imprendibile, Red Bull splitta e cerca la rimonta. Al secondo pin il team di casa conduce ancora. The Wave Muscat vince la quarta prova davanti a Red Bull e Sap, Extreme Sailing Team quinto posto per Lino Sonego Team Italia, con aria più intensa il team italiano si trova a suo agio. Non c’è sosta in queste regate, la fisicità è un ingrediente fondamentale e bisogna saperlo sfruttare. E’ tutto pronto per quinta manche. Lino Sonego Team Italia, dopo un’ottima partenza arriva al pin in quinta posizione, Oman Air e Team Turx volano. Il vento sale a 16 nodi, penalità per il team russo in partenza dopo una collisione con Oman Air.

A metà regata ancora davanti i turchi, dietro si scatena la bagarre. Lino Sonego splitta a destra rispetto ad una buona parte della flotta, la scelta di Enrico Zennaro, tattico di Lino Sonego Team Italia paga e alla boa di bolina il team italiano è quarto. Team Turx vince davanti a The Wave Muscat che si prende la testa della classifica generale, Team Italia chiude quinto. Regata 6 va in scena alle 13.40 ora italiana, intensità del vento in aumento con punte a 18 nodi, un tempesta è prevista arrivare, l’intenzione è quella di portare a termine otto regate, staremo a vedere. Regata in salita per i nostri, Red Bull e The Wave Muscat ancora in testa alla regata, per loro una regata a se, il vento sale a ancora, i due team di testa dominano fino alla fine, terzo team Russia. Le regate terminano con sei prove disputate, le condizioni del vento si fanno pericolose, la flotta torna in porto come era stato previsto. I padroni di casa dominano la giornata, The Wave Muscat in testa davanti a Sap Extreme Sailing Team e Oman Air. Per Lino Sonego Team Italia, il ruolo di cenerentola si cuce addosso alle maglie del team italiano, Bressani e Company cercheranno di dimostrare le qualità del gruppo già dimostrate a Singapore.

Lorenzo Bressani, timonere Lino Sonego Team Italia: “Oggi c’era finalmente un po’ di vento, molta onda, il bilancio di giornata non ci sorride, ci sono stati piccoli problemi, belle partenze, ma qualche difficoltà nella virate con questa onda, perdiamo due/tre lunghezze ogni virata, sommando le virate è presto detto. E’ la prima volta che regatiamo con onda e il gap si è visto. Domani il meteo sembra esser buono come oggi, cercheremo di fare del nostro meglio“.

Enrico Zennaro, tattico Lino Sonego Team Italia: “Oggi è stata una giornata parecchio complicata, perchè il meteo dava l’arrivo di forti temporali con vento dai 20 ai 25 nodi, che fortunatamente non si è avverato. Abbiamo regatato con condizioni tra i 10 e 12 nodi, in teoria doveva essere una giornata ben più facile, ma l’onda ci ha dato fastidio, abbiamo faticato in virata, la velocità di bolina e di poppa andava molto bene, siamo fiduciosi per i prossimi giorni di regata“.

Lascia un commento