Volvo Ocean Race: Navigare alla cieca

Il team spagnolo di MAPFRE guidato dallo skipper Xabi Fernández sta navigando alla “cieca” a causa di un problema con le antenne di comunicazione di bordo, che non permettono all’equipaggio di ricevere dati meteo o di altro genere, di grande importanza per la regata. Il team ha informato il Race Control Centre di Alicante durante il fine settimana e sta lavorando con i tecnici e i fornitori per trovare una soluzione.

Gonzalo Infante, che guida il centro di controllo high-tech che monitora la flotta delle sei barche partecipanti al giro del mondo a vela, ha dichiarato che non sono ancora chiare le cause del problema di malfunzionamento delle antenne. La comunicazione da e per le altre cinque barche funziona regolarmente ma gli spagnoli: “Possono solo inviare e ricevere testi, ma non possono ricevere altri dati, quali quelli relativi alla meteo. Si tratta di un problema che ha un impatto sulla loro capacità di prendere decisioni strategiche, e, in poche parole, stanno navigando alla cieca.” Infante ha spiegato che gli organizzatori stanno lavorando con i fornitori di hardware e software per capire quale sia il problema.

In un messaggio da bordo l’Onboard reporter di MAPFRE, l’argentino Francisco Vignale ha spiegato che: “Abbiamo solo le email che funzionano. Il nostro navigatore Jean-Luc Nélias non può lavorare bene e non può prevedere o programmare la rotta futura.” L’equipaggio, inoltre, è impossibilitato a inviare foto o video, che i fan aspettano con interesse per seguire la gara del team spagnolo. “La cosa più importante è che vogliamo informare tutti che stiamo bene, anche se non possiamo comunicare con i nostri cari. Tutti mandano un saluto a casa e agli amici. Speriamo di poter risolvere il problema il più velocemente possibile perchè c’è ancora molta strada da fare in questa quarta tappa.”

Malgrado l’inconveniente tecnico, però, il team iberico è ancora nel pieno della gara. All’ultimo rilevamento MAPFRE è dato in terza posizione alla spalle di Team Brunel, che ieri ha preso la testa della flotta dopo una coraggiosa opzione nord che gli ha permesso di sfruttare venti più intensi e un angolo migliore. Gli olandesi hanno oggi un margine di poco più di 61 miglia sul gruppo degli inseguitori guidato da Abu Dhabi Ocean Racing. Dongfeng Race Team è quarto, inseguito a breve distanza da Team Alvimedica mentre l’equipaggio femminile di Team SCA è sesto, ed è ancora lo scafo posizionato più a nord della flotta.

L’avanzamento dei sei team può essere seguito con lo strumento del tracker, la cartografica elettronica, aggiornata ogni tre ore al link: http://www.volvooceanrace.com/en/virtualeye.html o tramite le app per smartphone e tablet.

Lascia un commento