I Laser, con la classe nel caos, si preparano al via stagionale

Sarà la classe Laser ad aprire le danze stagionali il 22 febbraio, ad Eraclea, con la prima tappa del Campionato Zonale.

La classe, a livello nazionale, continua a vivere un momento molto delicato.
Dopo uno scontro frontale durato mesi tra la Federazione Italiana Vela e la segreteria di Classe gestita ininterrottamente dal 1979 da Macrino Macrì, il 23 gennaio scorso il Consiglio federale ha disconosciuto l’Associazione di Classe già commissariata in autunno a causa di alcune irregolarità statutarie; il 5 febbraio è nata la nuova Associazione Italiana Classe Laser che il 20 febbraio riceverà il necessario riconoscimento federale.

È già on line il nuovo sito della Classe www.italialaser.org come è noto il nuovo organigramma con la Presidenza affidata al livornese Stefano Carnevali e la Segreteria affidata ad un tecnico come Gianni Galli, allenatore di Francesco Marrai, uno dei migliori laseristi italiani. Tutto ciò vorrebbe porre fine ad una vicenda che si trascina da anni, con la associazione della classe numericamente più diffusa in Italia gestita in maniera assolutistica, nel bene e nel male, da Macrino Macrì e certamente mal digerita dalla FIV; purtroppo in questo momento la situazione è ancora più caotica con la “vecchia” Assolaser che continua a pubblicare sulla propria pagina web richiami al calendario 2015, proposte di convenzione e continua a raccogliere iscrizioni, mentre la Federazione si affretta a precisare che Assolaser in questo momento non ha più alcun titolo dal punto di vista organizzativo e gestionale.

Nel frattempo il Circolo Velico Bibione fa sapere a tutti i Laseristi che dopo la tappa di Eraclea sarà possibile portare già le barche a Bibione in vista della seconda tappa di campionato interzonale prevista per l’otto marzo. È allo studio inoltre l’ipotesi di alcuni allenamenti collettivi.

Lascia un commento