Quantum Key West Race Week 2015: Calvi Network rallentato da un OCS

Quella che si è da poco conclusa è stata una giornata molto lunga per Calvi Network (oggi OCS-4), impegnato in Florida tra le boe della Quantum Key West Race Week assieme ad altri cinquantatre J/70.Rientrato a terra da leader della classifica dopo il completamento di altre due prove caratterizzate dai capricci di un meteo instabile, Calvi Network (oggi OCS-4) si è ritrovato privato del terzo posto ottenuto nella prima regata odierna a causa di una partenza anticipata.

Una penalizzazione inattesa, contro la quale è stato presentato ricorso, poi respinto, che ha determinato il passaggio del J/70 dell’armatore pesarese dal primo al quattordicesimo posto della generale e che, pur non pregiudicandone in via definitiva la partecipazione, mette il Lightbay Sailing Team nella condizione di dover contare sullo scarto, previsto da una modifica alle istruzioni di regata dopo il completamento della sesta prova, per vedere rilanciate le proprie azioni.

“Siamo piuttosto perplessi circa la decisione dei giudici di regata: in tutta onestà non sentiamo di aver subìto un’ingiustizia, ma, come si dice dalle mie parti, la sensazione è che loro possono anche avere ragione, ma noi non ci sentiamo in torto – Carlo Alberini, armatore di Calvi Network, dipana quella che sembra una contraddizione in termini – Pur rispettando quanto deliberato, restiamo dell’idea che un’analisi più attenta del materiale video depositato avrebbe potuto condurre verso un finale diverso: che attorno ai venti secondi dal via fossimo vicinissimi alla linea è un dato di fatto, anche la strumentazione ci ha allertato in tal senso e, non a caso, dai video si nota come, essendo liberi sottovento, poggiamo con decisione e la nostra prua rientra vistosamente prima di essere coperta dagli avversari e scomparire alla vista dei giudici. La sensazione è che, preso atto del nostro avvicinamento alla linea, si siano persi di vista i momenti seguenti a causa della grande confusione tipica degli ultimi attimi prima dello start. Fatti i doverosi distinguo siamo pronti a tornare in acqua con la consapevolezza di avere dalla nostra lo spunto e l’esperienza necessaria per scartare questa squaifica e tornare già nella serata di mercoledì ai vertici della classifica”.

Graduatoria che, dopo quattro prove, è guidata da Africa (2-1) di Jud Smith con un punto di margine sul leader della prima ora Perserverance (8-12), del binomio Greenwald-Doyle, e sei su Hooligan (3-6) di Trey Sheehan, abile nel risalire la china dopo una prima giornata alquanto opaca. Da segnalare l’entrata nella top ten dei campioni iridati di Helly Hansen (13-7), che al pari di Calvi Network attende lo scarto per scalare ulteriori posizioni, e il successo a sorpresa ottenuto da Black River Racing (1-23) di Douglas Strebel nella quarta regata della serie.

A Key West, dove Calvi Network è l’unico equipaggio italiano in gara, le regate riprenderanno alle 11.30 (le 17.30 italiane) di oggi e proseguiranno fino a venerdì. I modelli meteo più recenti hanno dipinto un nuovo quadro della situazione: la brezza è data in aumento con il progredire della settimane e dopo i violenti scrosci di pioggia odierni è atteso il ritorno del sole e di temperature prossime ai 27°.

In Florida Carlo Alberini (owner-driver) è affiancato da Branko Brcin (tattico), Karlo Helijak (randista), Sergio Blosi (trimmer e comandante) e Irene Bezzi. (coach).

Lascia un commento