L’allarme arriva da Venezia e Trieste: nel 2014 il livello medio del mare si è alzato di 40 cm

Il 2014 è stato per Venezia un anno con moltissimi episodi di acqua alta: ben 189 le giornate di marea sostenuta, un numero secondo nella graduatoria storica solo al 2010, che contò 202 casi. Tuttavia nessun episodio eclatante, ovvero nemmeno un caso di marea eccezionale, sopra i 140 centimetri.

La massima più alta è stata di 125 centimetri sul medio mare, registrata la mattina del 31 gennaio. Sui 189 casi di marea eguale o superiore a +80 cm, 15 sono stati quelli con misure uguali o superiori a +110 cm, di cui 4 superiori a +120 cm.

Anche la permanenza dell’acqua sopra gli 80 cm (562 ore) colloca il 2014 al secondo posto, dopo il 2010 (683 ore) e davanti al 2013 (497 ore); il 2014 è invece al terzo posto per numero di maree eguali o superiori a +110 cm, dopo i 18 casi del 2010 e i 16 del 2009. Il livello del medio mare è risultato intorno ai 39.2 cm sullo zero mareografico di Punta della Salute: è il secondo più alto livello dopo i 40.1 cm del 2010.

Il direttore del Centro Maree, Paolo Canestrelli, confermando che il 2014 è stato un anno abbastanza pesante ma privo di eventi eccezionali, ha sottolineato che tutti i dati confermano il trend di elevazione del livello del mare, che sta sfiorando i 40 cm, dovuti quasi tutti (salvo uno scarto minimo causa subsidenza, cioè l’abbassamento del suolo) all’eustatismo, cioè all’innalzamento del livello del mare, come documentato dall’eguale andamento del caposaldo di Trieste.

Fonte: Ansa.it

Lascia un commento