Norman Atlantics, la nave esce dai Cantieri Navali Visentini

E’ stata costruita nel Veneto, dai cantieri Visentini di Porto Viro, la nave traghetto Norman Atlantic, in fiamme nel mar Adriatico, alla deriva verso le coste albanesi.Diretta ad Ancona e partita da Igoumenitsa con 478 persone a bordo, di cui 44 italiani (metà dei quali fanno parte dell’equipaggio), la nave ha preso fuoco verso le 4.30 di domenica mattina.

La nave è stata noleggiata dalla compagnia greca Anek, ma è stata interamente realizzata dai Cantieri navali Visentini di Porto Viro (Rovigo) e ultimata nel 2009. In cinque anni ha cambiato già vari nomi: inizialmente si chiamava Akeman Street, poi Scintu e quindi Norman Atlantic. Di proprietà della Visemar Navigazione dei Cantieri Navali Visentini, è lunga 186 metri, con una stazza lorda di 26.904 tonnellate. All’interno ha un garage che può contenere 195 autovetture.

L’armatore veneto Carlo Visentini assicura che tutto era a posto quando il traghetto è partito. «I controlli a cui era stata sottoposta la Norman Atlantic hanno confermato lo stato di piena funzionalità del traghetto – dice – . Era stato riscontrato un lieve malfunzionamento di una delle porte tagliafuoco, che però era stato immediatamente eliminato». Il 19 dicembre 2014, dunque 10 giorni fa, spiega l’amministratore delegato della Visentini Group, «il traghetto è stato sottoposto ai periodici controlli di funzionalità, come previsto dalle procedure, nel porto di Patrasso. Controlli che hanno confermato lo stato di piena funzionalità della nave». Sul Norman Atlantic, conclude l’armatore, «vi sono un totale di 160 fra porte e aperture tagliafuoco».

Lascia un commento