Marinai e (mezzi) comandanti

I velisti di Team Vestas sono arrivati a Mauritius e a minuti è atteso un comunicato stampa ufficiale da parte del Team.

Nel frattempo lo skipper Chris Nicholson, ha dichiarato: “Gli ultimi quattro giorni sono stati assai difficili per noi. Sono fiero della professionalità, della compostezza e della resistenza di tutti i componenti l’equipaggio. E’ chiaro che un errore umano è la causa del naufragio e non ci sono scuse. Come skipper me ne assumo la totale responsabilità”.

Parole queste che fanno riflettere, soprattutto alla luce delle recenti dichiarazioni rilasciate da chi era al comando di una nave da crociera sulla quale – per un altro errore umano – hanno perso la vita ben trentadue persone. Certo,tutti sono innocenti fino al terzo grado di giudizio, ma riteniamo non serva aspettare poi così tanto per capire effettivamente la situazione.

Ho atteso a dare l’emergenza generale, me ne prendo la responsabilità“,  ha spiegato Schettino sotto torchio al processo di Grosseto,  perché “sapevo esattamente i tempi di scarroccio della nave, io conoscevo bene la Concordia, volevo che si avvicinasse all’isola per dare l’emergenza generale. Il danno era ormai fatto. Andava mitigato“.  Lui, che era “il primo dopo Dio” al comando della Costa Concordia racconta: Temevo il panico. Non eravamo mica su un ottovolante“.

Marinai e mezzi comandanti a voi il giudizio..

Lascia un commento