Concluso a Chioggia il Campionato Invernale. Le foto e tutti i vincitori

 

Si è conclusa domenica 23 novembre la trentottesima edizione del Campionato Invernale organizzato a Chioggia da Il Portodimare di Padova in collaborazione con la Darsena le Saline, da anni sede della manifestazione.

L’evento, tra gli appuntamenti senza alcun dubbio più longevi della vela nell’Adriatico, è stato caretterizzato nell’ultima giornata dall’assenza totale di vento che non ha permesso al comitato di regata, presieduto da GianFranco Frizzarin, lo svolgimento di nessuna prova.

Restano quindi invariate le classifiche che vedono la vittoria sia nel raggruppamento IRC che ORC di Sideracordis – l’X-41 di Pier Vettor Grimani – in Classe 1 e 2, di Demon X degli armatori Nicola Borgatello e Daniele Lombardo in Classe 3 e Olalla di Cazzoli Fabrizio in classe 4. Spettacolare il confronto nella classe Minialtura con addirittura 3 imbarcazioni in appena 1 punto di distanza pronte a contendersi la vittoria. Un finale mozzafiato che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all’ultimo regalando così una conclusione che non si vedeva da anni. A vincere è stato l’equipaggio di Boomerang del giovane armatore Nicolò Scarpa che con il suo Platu 25, pur essendo a pari punti con il team di Arkanoè AleAli By Montura, grazie a i migliori risultati parziali ottenuti è salito sul gradino più alto del podio. Terzo l’Este 24 Maramao di Davide Ravagnan.

È stato un campionato molto avvincente – commenta a terra Nicolò Scarpa, timoniere di Boomerang -. Nonostante il meteo non abbia permesso lo svolgimento di tutte le prove in programma sono state molto combattute. Abbiamo finito a pari punti con i ragazzi di Arkanoè che comunque sono stati bravissimi“.

Novità assoluta per il Campionato Invernale è stato l’inserimento della Classe Orc Performance, con la partecipazione del velocissimo Melges 32 Margherita di Roberto Mazzuccato.

Sono molto felice perché abbiamo visto veramente delle belle regate e non ci sono state scorrettezze” spiega GianFranco Frizzarin, presidente del Il Portodimare. È stata invece accolta da tutta l’assemblea presente alla cerimonia di premiazione con un grande e lungo applauso la notizia dell’assegnazione, anche per il 2015, del Campionato Italiano Minialtura al Portodimare.

Dopo averlo ospitato quest’anno – continua Frizzarin – abbiamo proposto alla Federazione la nostra candidatura per ottenere l’organizzazione del Campionato Minialtura 2015. Notizia di ieri che la Federazione ha accettato la nostra candidatura mantenendo così la promessa fatta a maggio di rivedere presto a Chioggia una regata di livello nazionale. Già da questa sera inizieremo quindi a metterci al lavoro per la prossima stagione. Ci auguriamo di avere un numero sostanzioso di imbarcazioni come l’anno scorso che ci ha permesso di fare un vero e proprio record raggiungendo la storica cifra di oltre 50 imbarcazioni iscritte“.

Numerosi sono i premi che erano stati messi in palio dall’organizzazione: il Trofeo Giorgio Scionti e il Trofeo Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco sono stati assegnati all’X-41 Sideracordis, il Trofeo Gianmaria Pulina al Platu 25 Boomerang, mentre il Trofeo Sergio Palmi Caramel destinato al socio del Portodimare che ha ottenuto i migliori risultati nella stagione se lo è aggiudicato il team di Arkanoè AleAli per il 4 posto assoluto ottenuto al Campionato Italiano.
Con il Campionato Invernale termina anche la stagione sportiva del Il Portodimare, che riprenderà a fine marzo con il Campionato di Primavera.

Partner del Circolo Velico Il Portodimare per il Campionato Invernale sono la Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco, WD 40, New Company – Piz Buin, Pagliarin Carni Equine e Tortellini Dalì.

Media partner della manifestazione è invece il portale online velaveneta.it, sito internet dedicato al panorama velico del Nord-Est.

Clicca qui per la photogallery completa

Clicca qui per la classifica generale ORCi
Clicca qui per la classifica generale IRC
Clicca qui per la classifica generale Minialtura

Guarda l’intervista al Presidente de Il Portodimare Gianfranco Frizzarin

 

Lascia un commento