Campionato Italiano Ufo28: Zennaro prende le misure ma Bandito non molla

La seconda giornata di regate a Monfalcone regala una giornata caraibica con vento ballerino ma sempre sui 10 nodi.

In acqua gli equipaggi cominciano ad annusare l’odore del sangue, ieri la bora aveva sfiancato un po’ tutti, oggi con il borin di una decina di nodi, a calare alla terza prova ha fatto lavorare molto la tattica e i primi urli fra barca e barca non sono mancati.

Zennaro chiama, alien risponde, se ieri col vento il buon chioggiotto doveva ancora prendere le misure, abituato con i vaporetti non era abituato con il derivone dell’ufo, oggi molto più’ a suo agio con le bavesele triestine ha subito sparato due primi, l’incomodo nella prima prova è stato spinello che, girato per primo alla boa di bolina e assieme all’alien su quella di poppa ha sprecato un po’ troppo fumandosi dei posti preziosi.

Un ottimo goofy soffia il seconda a bandito. Qualche contatto fra re nero scheggia baraimbo e altri che a momenti affondano la barca giuria poi in boa di bolina si incrostano in poggiata e si toccano.

La seconda prova vede sempre zenzen lottare e farsi avanti ma bandito non dorme da piedi uno due alla fine con un donchisciotte che dopo aver dominato tutta la prova, riesce a piazzarsi terzo. Il nero deve quindi accontentarsi della quarta posizione.

Nella terza prova la domanda di tutti è: ma dove xe che el va el vento? A destra, no a sinistra, i tattici impazziscono e Cunial sul baraimbo ne approfitta, dietro di lui ufology con nicola lapo che inanella uno splendido secondo posto, el xe ancora che paga birre per questa splendida performance.

Cattivik salva il salvabile con un terzo e alien subito dietro contiene i danni. Bandito maciulla la prova partendo ocs, ma la prova la scarta e resta primo.

Clicca qui per vedere la classifica

Foto: Carloni

Lascia un commento