Enfant Terrible-Adria Ferries a San Francisco per l’ultima tappa del circuito Farr 40

 

A un mese esatto dalla conquista del terzo titolo iridato ORC International e a pochi giorni dall’affermazione nella Regata del Conero a bordo dello Swan 90 Woodpecker Cube, l’Enfant Terrible Sailing Team è volato a San Francisco per prendere parte alle Rolex Big Boat Series.

Grande classica del calendario a stelle e strisce – diverse sono le classi coinvolte, per un totale di centodue scafi iscritti – la manifestazione organizzata dal San Francis Yacht Club è valida come quinta e ultima tappa del Farr 40 US Circuit Championship e rappresenta la miglior opportunità di testare il campo di regata sul quale si svolgerà il Rolex Farr 40 World Championship che, tra il 15 e il 18 ottobre prossimi, impegnerà una flotta composta da venticinque equipaggi.

Forte dall’affermazione nel Farr 40 West Coast Championship, disputato a Santa Barbara verso la fine di luglio, il team di Alberto Rossi si presenta nel tratto di mare compreso tra il Golden Gate Bridge e Alcatraz da leader del circuito. Dopo quattro tappe, i campioni del mondo in carica di Enfant Terrible-Adria Ferries hanno due punti di margine sui già campioni iridati di Flash Gordon 6 (Jahn-Williams) e quarantadue su Nightshift (McNeil-Horton). Ma oltre a Flash Gordon 6, avversario numero uno dell’unica compagine italiana protagonista della classe è Plenty (Roepers-Hutchinson), il cui piazzamento in classifica provvisoria risulta penalizzato dall’assenza fatta registrare a Santa Barbara, assenza che verrà “cancellata” in seguito al calcolo dello scarto, che consentirà ai team di far valere i quattro migliori parziali ottenuti in corso di stagione. In pratica, al netto dello scarto Plenty, vincitore al pari di Enfant Terrible-Adria Ferries di due frazioni, anticipa Flash Gordon 6 di venti punti e gli uomini dell’armatore anconetano di ventuno.

Tra i Farr 40 iscritti alle Rolex Big Boat Series figurano anche Groovederci (Demourkas-Appleton), i turchi di Asterisk (Gencer-Ozonur) e Struntje Light (Schaefer-Davies), al rientro dopo aver saltato il West Coast Championship per colpa di un infortunio che aveva messo fuori causa l’armatore Wolfgang Schaefer.

Ci aspetta una settimana  intensa: da un lato siamo determinati a non lasciare nulla di intentato per contendere a Plenty e Flash Gordon 6 la leadership del circuito, dall’altro dobbiamo fare tesoro di ogni informazione utile circa il campo di regata e le sue incognite, che da queste parti mi dicono essere rappresentante principalmente dalla corrente – ha commentato Alberto Rossi alla vigilia della prima uscita nelle acque della baia – Grazie alle recenti affermazioni il morale è molto alto e ritroviamo alcune colonne portanti del team, come Vasco Vascotto, Giovanni Cassinari e Daniele Fiaschi, assenti in occasione degli ultimi impegni“.

Previste sulla distanza di otto prove, tutte valide ai fini della classifica finale, le Rolex Big Boat Series inizieranno giovedì e si concluderanno domenica; ogni giorno il preparatorio è fissato per le ore 11, le 20 italiane.

Tra le boe del San Francis Yacht Club a bordo di Enfant Terrible-Adria Ferries regateranno Alberto Rossi (owner-driver), Vasco Vascotto (tattico), Andrea Caracci (navigatore), Giovanni Cassinari (randista), Claudio Celon (trimmer), Nicholas Dal Ferro (trimmer), Carlo Zermini (freestyler), Daniele Fiaschi (pitman), Roberto Strappati (albero) e Alberto Fantini (comandante-prodiere). L’attività del team, in regata sotto il guidone del New York Yacht Club, sarà coordinata dal coach Marchino Capitani, incaricato del design vele per conto di North Sails; organico all’Enfant Terrible Sailing Team è anche lo chef Davide Bruni.

 

Lascia un commento