Europeo Snipe: Tom e Jacopo Stahl chiudono 26esimi

Regolarmente conclusi a Kamien Pomorski, Polonia, i Campionati Europei per la Classe Snipe; clima “freddo”, qualche difficoltà logistica a causa del forte vento e del basso fondale, ma 9 prove portate a termine e soddisfazione per l’accoglienza e l’ospitalità per questo primo campionato internazionale per la classe in terra polacca. Day 3 è il giorno del sorpasso in vetta alla classifica, i portoghesi Morais – Pires De Limariescono a scalzare i brasiliani Tinoco – Lowbeer dal primo posto che avevano occupato fin dalla regata di prova; ma il terzo giorno è il giorno della “riscossa” spagnola con lo squadrone iberico che accorcia le distanze dalla vetta della classifica e Jordi Triay che vince la prima prova di giornata. Il terzo giorno è, però, soprattutto il giorno di Enrico Michel, il campione monfalconese a prua del fuoriclasse belga Manu Hens infila un 6° e due bullet che “salvano” un campionato già compromesso da un DNC e due OCS. Per gli altri italiani, buona giornata per Solerio – Simonettirovinata però da un 20° nell’ultima prova (5 – 4 gli altri piazzamenti di giornata, che valgono il 6° posto provvisorio), salgono Lambertenghi – Miorandi (32 – 7 – 14) al 16° posto, Rochelli –Semec si mantengono a ridosso dei primi venti, mentre Tom e Jacopo Stahl soffrono decisamente questa terza giornata con tre piazzamenti oltre il 30° posto che li fanno cadere al 27° posto della provvisoria.

L’ultimo giorno ancora due prove che fanno entrare il secondo scarto, gli spagnoli completano il loro capolavoro in rimonta, i portoghesi perdono la testa circondati da barche spagnole e fanno 13 – 6, De Valenzuela – De Ona infilano 3 – 1 e vincono l’Europeo, Jordi Triay vince un’altra prova e risale fino al 3° posto della classifica, i brasiliani beccano anche una squalifica e “precipitano” al 4° posto. Tra gli italiani ottimi Solerio – Simonetti alla fine 7°, grande rimonta anche per Lambertenghi – Miorandi che con 4 -11 dell’ultimo giorno risalgono fino al 13° posto, Michel con il belga Hens concludono alla grande, 2 – 3 che valgono un 14° posto impensabile dopo i primi due giorni, Rochelli – Semecperdono ancora qualche posizione e chiudono 24° , Tom e Jacopo con un 18° nell’ultima prova guadagnano una posizione che significa 26° finale, prima metà della classifica, soddisfacente tenuto conto delle dure condizioni. Gli altri italiani sono sotto il 30° posto con grande sorpresa per Pietro Fantoni, il neo campione dell’Adriatico ha regatato al di sotto delle sue possibilità, sorpreso forse anche da condizioni meteo più dure del previsto.

Lascia un commento