La Turchia è Campione Europeo a Squadre Optimist, l’Italia solo settima

Si e’ conclusa l’avventura degli azzurri al Campionato Europeo a Squadre. Nonostante la giornata odierna non preannunciasse nulla di buono con la pioggia battente sin dalle prime ore, nel primo pomeriggio il cielo ha iniziato a schiarire e il Comitato ha prontamente fatto imbastire il campo di regata per iniziare il prima possibile.

Vista l’esiguità del tempo residuo a disposizione, si é deciso di portare a conclusione esclusivamente il round robin della flotta gold, senza poi procedere con le classiche semifinali e finali. Quattro gli scontri che la nazionale italiana avrebbe dovuto vincere per sperare ancora di salire sui gradini del podio; invece si é fermata ad una, quella contro la Svezia.

I primi tre match contro la Croazia, La Spagna e la Polonia sono stati sistematicamente contrassegnati da imprecisioni tattiche, leggerezze nella gestione degli schemi, errori in partenza e nelle marcature sull’avversario che hanno inesorabilmente inciso sull’andamento delle regate per via delle numerose penalitá ricevute. La squadra azzurra solo in rare occasioni si é rivelata compatta e coesa, piuttosto molto “sfilacciata” lungo il percorso perdendo spesso il controllo strategico.

Queste le ragioni che hanno alla lunga lasciato sfumare qualsiasi sogno di gloria verso la conquista del titolo continentale. Ad aggiudicarselo, per la prima volta e con delle prestazioni superiori alla media, é la Turchia, seguita dalla Spagna (gli ex detentori del titolo e da anni sul podio) e dalla Polonia, che con questo terzo posto si riscatta dalla passata edizione.

Il lago di Ledro si conferma dunque ancora una volta teatro di grandi emozioni e, non solo di scambio di culture, ma anche di crescita e di posa delle fondamenta di profonde amicizie che dureranno una vita.

Lascia un commento