ORCi World Championship 2014: Il Mondiale si apre con una giornata di passione

Si apre con una giornata di passione l’ORCi World Championship 2014 di Kiel: rispettando in pieno i bollettini della vigilia, la brezza ha faticato non poco a stendersi sul campo di regata tedesco, e quando lo ha fatto si è rilevata debole e decisamente instabile.

Condizioni difficile da interpretare, che hanno permesso la disputa di una sola prova, peraltro condizionata dal momentaneo crollo del vento che, ritiratosi quando il gruppo di testa, guidato da Enfant Terrible-Minoan Lines, stava doppiando la seconda boa di bolina, ha permesso agli inseguitori di avvicinarsi sensibilmente, con i conseguenti vantaggi in termini di compenso.

Primo sulla linea è transitato il Cookson 50 norvegese Camilla, guidato dalla coppia composta da Sandro Montefusco e Simone Ferrarese, seguito a un niente dagli uomini di Alberto Rossi, dal TP52 Wolfpack e dal Carkeek 47 Platoon.

La correzione dei tempi ha premiato scafi che non godevano certo dei favori della vigilia: a conquistare il successo è stato il Landmark 43 Santa di Claus Landmark, primo davanti al Farr 400 Oxygen e allo scafo gemello White Shadow. Curiosità: tutti e tre battono bandiera norvegese. Enfant Terrible-Minoan Lines è finito ottavo, tra l’X-Treme 37 Hit e il Sydney 43 Coin Coin.

Terminata la prima regata, il Comitato ha tentato di completare il programma fissato dal Bando, dando inizio alla seconda prova, ma nel corso della seconda bolina una nuova diminuzione della brezza ha reso la situazione ingestibile e altra scelta non è restata che cancellare la regata e spedire la flotta verso il porto.

Nel Gruppo C, dove sono impegnati i campioni europei di Low Noise (Colombi-Bodini) e i campioni iridati Corinthian di South Kensington (Pipitone-Scimonelli), si è registrato il successo del primo, armato da Giuseppe Giuffré, con il team siciliano undicesimo e quarto dei non professionisti. Va però sottolineato che l’elevato numero di iscritti ha consigliato la divisione della flotta in due gruppi distinti, quindi ogni prova del Gruppo C conta due vincitori.

Organizzato dal Kieler Yacht Club e gestito dal Principal Race Officer Stefan Kunstmann, l’ORCi World Championship riprenderà domani, al fronte di condizioni meteo che si annunciano analoghe a quelle odierne: le previsioni sono unanimi nel pronosticare brezze attorno ai 5-6 nodi di direzione variabile. Il programma prevede la disputa di una prova costiera lunga 62 miglia, che dovrebbe impegnare gli scafi più veloci per almeno otto-dieci ore.

Ricordiamo che il campionato, destinato a concludersi sabato 9 agosto, si articolerà su un massimo di nove prove: sette su percorso a bastone e due costiere. La manifestazione sarà considerata valida se saranno portate a termine almeno quattro regate sulle boe e una di altura, o due regate sulle boe e due di altura. Uno scarto sarà conteggiato dopo l’acquisizione del settimo risultato.

Nel corso dell’ORCi World Championship 2014 a bordo di Enfant Terrible-Minoan Lines, in regata sotto il guidone dell’Ancona Yacht Club, navigheranno Alberto Rossi (armatore-timoniere), Lorenzo Bressani (tattico), Daniele Cassinari (stratega), Francesco Mongelli (navigatore), Gabriele Benussi (randista), Claudio Celon (trimmer), Nicholas Dal Ferro (trimmer), Matteo Stroppolo (freestyler), Massimo Gheraducci (grinder), Federico Giovannelli (grinder), Samuele Nicolettis (pitman), Matteo Mason (comandante/pitman), Roberto Strappati (albero), Marco Carpinello (midbow) e Saverio Cigliano (prodiere).

Lascia un commento