L’europeo Flying Junior 2014 resta un sogno nel cassetto per tutti

 

Una su dodici, vento manco a soffiare e addio trofeo.

Che fosse un’estate maledetta anche per lo sport all’aperto, lo si era già capito. Ma tra tennis impossibile a Cortina per pioggia e freddo e zero raffiche sul lago di Santa Croce per la vela, quasi quasi vien voglia di arrendersi. Domenica scorsa la Lni di Belluno e la Fiv hanno sperato fino all’ultimo di riuscire a disputare le regate degli Europei di flyng junior, ma nonostante i cambi di programma e orario non c’è stato nulla da fare: una prova su 12 portata a termine (venerdì) e tanti saluti al trofeo.

A tirare il bidone decisivo è stato il vento, ospite essenziale e mai arrivato a destinazione. Così, al termine di quattro giorni di calma piatta, gli organizzatori si sono dovuti arrendere lasciando nel cassetto il trofeo in palio per mancanza di risultati. Unici sorrisi del weekend quelli del podio dell’unica regata disputata, che ha visto vincere Kouki Yamamoto (Giappone), davanti agli olandesi Rolf De Jong e Hilke Sasse. Premi speciali infine per le due olandesine volanti di 9 e 10 anni Ester De Jong e Jade Garnier e per il veterano tedesco Erwin Salwik (83).

 

Lascia un commento