Concluso a Torbole l’Europeo Laser under 21

Si è concluso il Campionato Europeo Laser under 21 a cui hanno partecipato 167 atleti provenienti da tutta Europa. Portate a termine tutte le prove previste anche grazie alla solita capacità organizzativa del Circolo della Vela Torbole.

Le ultime prove hanno confermato la grande regolarità dei leader della classifica. Il podio dello Standard vede sul gradino più alto Lorenzo Brando Chiavarini GBR, sempre al comando in questi giorni, seguito da Jack Wetherell GBR e da Kaarle Tapper FIN. Nel podio dei radial Pinar Kainar TUR precede Flem Line Host NOR e Daphne Van Der Vaart NED.
Per i nostri non è stata una settimana facile e a parte qualche acuto hanno patito una maggiore determinazione dei loro avversari. La partecipazione a queste manifestazioni internazionali è comunque molto formativa e sicuramente i nostri ragazzi ne trarranno grande vantaggio.

E ‘stata una settimana di gare molto difficil – commenta a caldo il tecnico dei Laser Standard Alp Alpagut. In sei giorni sono state completate tutte le 12 gare in programma con condizioni  particolari con vento dagli 8 ai 15 nodi. Su 12 gare 3 sono state effettuate con il Peler del mattino. Michele Benamati, il migliore dei nostri, purtroppo ha avuto troppe penalità che ne hanno condizionato fortemente il rendimento generale. La settimana scorsa non ha effettuato un’ultimo importante allenamento per partecipare al Mondiale Star in casa perdendo anche per questo concentrazione. Sono amareggiato perché avrebbe potuto regatare nei primi 5. Abbiamo avuto 5 atleti in gold ed è stata una buona esperienza per loro. Dopo questa regata avranno certamente imparato molto dai loro errori. Senza dubbio si sono resi conto che il laser è una classe molto fisica e per questo devono migliorare ancora la loro preparazione.

Queste invece le parole del tecnico federale Laser Radial Egor Vigna:”Sicuramente il risultato ci sta molto stretto. In particolare quello di Floridia, che nell’arco della stagione  non era mai uscita dalle prime 4 U21 nelle tappe di World Cup e Campionato Europeo Senior compreso. Aveva cominciato molto bene nel primi tre giorni del campionato era sempre tra 4 e 5, poi una bandiera gialla in partenza l’ha messa in crisi sulle partenze e sulla conduzione in poppa dove si è dimostrata molto veloce. Ha comunque rimesso le cose a posto, ma una seconda gialla prima e un BFD (partenza anticipata con bandiera nera) l’ultimo giorno poi le hanno dato il colpo di grazia. Mi spiace molto per il risultato che non rispecchia il valore e l’impegno profuso da Floridia, ma in ogni caso già da domani siamo al Centro Federale di Campione per analizzare nel dettaglio la prestazione e sopratutto cio’ che non ha funzionato e  per iniziare il lavoro per il mondiale U21 in Francia tra tre settimane e poi per il mondiale assoluto a Santander. Faraguna aveva come obiettivo TOP 10, che ha mancato per un soffio.  L’ ultimo periodo prima del Campionato si è dovuta dedicare allo studio (maturità) e quindi ci è mancato un po’ il regatare e di conseguenza la sicurezza nelle scelte strategiche. E’ stata fortemente penalizzata da una quinta giornata pessima. Per lei un po’ di meritato riposo e poi subito sotto al lavoro per il mondiale in Francia U21 tra tre settimane.”

Le posizioni finali Radial
La migliore è Martha Faraguna 11ma che ha scavalcato Joyce Floridia 14ma in quest’ultima giornata. Seguono Maelle Frascari 27ma, Claretta Tempesti 32ma, Anna Liebman 46ma, Greta Grassmann 51ma e Laura Della Valle 54ma.

Le posizioni finali Standard
Michele Benamati, protagonista di un’ultima giornata positiva con un sesto e un quinto posto, chiude al 20mo posto seguito da Marco Ponti 24mo, Marco Benini 37mo, Zeno Gregorin 40mo, Rocco Cislaghi 44mo. Nella Silver Alessandro Gravina quarto, Giorgio Perotti 7mo, Marco Guzzetti 15mo, Paolo Lachi 16mo, Riccardo Bendandi 18mo, Andrea Vibaldi 36mo.

Lascia un commento