ORCi European Championship, altro cambio al vertice. Oggi la chiusura

Ci sono volute ben quattro regate costiere per far emergere i campioni del passato ORC rimasti impantanati nelle retrovie nella regata offshore che solo al termine di questa giornata sono riusciti ad emergere e a posizionarsi nel gruppo di testa della classifica di questo Campionato Europeo ORC organizzato dal Real Club Nautico di Valencia (RCNV) nell’ambito dell’annuale Trofeo SM La Reina.

In Classe A oggi è stata battaglia tra due campioni del mondo ORC. Mentre sembrava che nulla si potesse fare contro il TP52 Hurakan di Giuseppe Parodi, campione iridato in carica, con Marco Serafini al timone e Tommaso Chieffi alla tattica, sempre primo nelle partenze, libero di gestire il campo di regata lasciando alle spalle l’intera flotta, veloce con gli 8 nodi della prima regata come con i 12 della seconda e i 18 della terza,proprio in quest’ultima è la tedesca Elena Nova ad avere la meglio.

Christian Plump campione mondiale ORC a Flensburg nel 2010, oggi con il suo Swan 45 ha battuto Hurakannell’ultima prova di oggi per soli 15 secondi in tempo compensato sul percorso di 9,6 miglia. Elena Nova proprio qui in Spagna nell’ultimo paio di anni ha vinto molte regate ORC.

Con un vantaggio minimo di 1.4 punti sul leader di ieri lo Swan 42 Natalia timonato da Natalia Brailoiu, Elena Nova deve ancora puntare in alto perché la regata di domani, la quinta delle costiere, innesca la possibilità di scarto e scegliendo Natalia il 7° posto in gara 4 , e Plump il 5° della regata 3, non essendo scartabile il risultato della prova di altura il suo vantaggio potrebbe essere assolutamente in pericolo.

Comunque ci sono molte possibilità di cambiamenti e questo tipo di regata così competitiva rende difficile a chiunque scegliere di fare un match race per influenzare il risultato finale.

In Classe B la situazione è diversa perché Pedro Campos sul Sinergya 40 Movistar ha dominato tutte le regate costiere. Questo campione in IMS 600, 670 e in altre classi ha oltre 20 titoli mondiali alle spalle e sembra essere sulla buona strada per portare a casa anche un titolo europeo anche se hanno solo un vantaggio di 1.4 punti sul campione del Mediterraneo ORC Low Noise di Giuseppe Giuffrè, l’M37 modificato da Matteo Polli. Campos e il suo team hanno fatto partenze perfette in tutte le regate a bastone e magistralmente effettuato i giri di boa conquistando ampio vantaggio e la possibilità di regatare in aria pulita e con poco affollamento, sfruttando il fatto di essere leggermente più grandi e più veloci di molti dei loro rivali.
Oggi è stata una bella giornata e abbiamo fatto tre buone regate, le regate di domani saranno decisive, ce la possiamo fare anche se sarà difficile dando per scontato che Movistar farò ancora un primo posto” Lorenzo Bodini da Low Noise

Le regate riprendono domani alle 12:00 con il programma di fare una regata e due se le condizioni meteo consentiranno ai partecipanti di arrivare in tempo per la premiazione alle 18:00 quando sarà SM la Regina Sofia a presiedere la cerimonia di chiusura.

Fonte: Zerogradinord.net

Clicca qui per la classifica

Guarda il video

Lascia un commento