Sottomarina: ragazzo scompare in mare, è disperso

 

Si sono interrotte con il calare del sole le ricerche del ragazzo disperso in mare ieri a Sottomarina.

L’ho visto dalla mia torretta, la numero 10” racconta il bagnino che per primo ha allarmato i soccorsi “era al confine tra noi e l’Astoria e si stava dirigendo verso la boa che segna il limite di sicurezza. L’abbiamo chiamato con i fischietti e con la voce, ma lui non si è neppure voltato. Poi è sparito alla vista. Siamo corsi subito io e F.V., della torretta 11. Poi è arrivato anche D. T. della torretta 8 dell’Astoria. Col pattino siamo andati alla boa, ma del ragazzo nessuna traccia. Intanto era stata avvertita la Capitaneria che, poco dopo, è arrivata con un gommone, una motovedetta e una pattuglia sulla spiaggia e ha cominciato le ricerche“.

Oltre che da terra e da mare, infatti, il corpo è stato cercato anche dal cielo, con l’intervento dell’elicottero dei vigili del fuoco che, per ore, ha sorvolato la zona, e pure da sott’acqua, grazie ai sommozzatori, anche questi dei vigili del fuoco di Venezia, che hanno esplorato la zona attorno alla boa.

Per tutto il pomeriggio è stato un rincorrersi di voci: è vivo, l’hanno visto risalire per conto suo; no, non è vero, gli somigliava ma era un altro; era lui, ma se n’è andato. E così via. Le peggiori previsioni sono sembrate avverarsi verso le 16 quando pareva che il corpo del giovane fosse stato trovato nei pressi della diga. Invece non era vero.

Solo alle 18 di ieri la Capitaneria di Porto di Chioggia ha rilasciato la prima dichiarazione ufficiale:”Il giovane risulta disperso, ma non c’è alcuna denuncia di scomparsa. Le ricerche continuano fino al calare del buio, o fino a diverse circostanze che dovessero verificarsi”.

Al momento, non essendoci ancora denunce di scomparsa, l’ipotesi più plausibile sembra essere quella che si tratti di una persona di nazionalità straniera. Ciò spiegherebbe anche le mancate risposte agli allarmi lanciati dai bagnini.

 

Lascia un commento