Mose: Oggi il primo cassone anche a Malamocco

Inizia questo pomeriggio l’operazione di varo del primo cassone della barriera del Mose alla bocca di porto di Malamocco, la terza, dopo quella del Lido e Chioggia, a vedere la posa degli alloggiamenti per le barriere mobili.

Intorno alle 14.00 – informa il Consorzio Venezia Nuova – il cassone di spalla, in movimento all’interno del cantiere già da ieri, verrà calato in acqua tramite il «syncrolift» e verrà agganciato al mezzo speciale che lo trainerà e lo affonderà nello scavo predisposto lungo il canale di Malamocco.

L’operazione è eseguita durante la fase lunare di «quadratura», ovvero di minima escursione di marea («morto d’acqua») e di condizioni meteo ottimali, quando la corrente è quasi nulla. Il cassone calerà alla velocità di 40 centimetri al minuto e raggiungerà il fondo marino dopo una discesa di circa un’ora. Inizia così tutta la fase di installazione dei nove cassoni (sette di alloggiamento e due laterali, di «spalla») previsti per la barriera di Malamocco.

Le operazioni necessitano di specifici sistemi di ancoraggio che costituiscono intralcio e pericolo per la navigazione, pertanto sarà necessario interdire temporaneamente il traffico nell’intera area per poche ore, circa tre, a partire dalle 15.00 di domani, durante il primo lasso di tempo successivo al varo. Dalle 18.00 circa, l’entrata e l’uscita dal Porto di Venezia di tutte le navi che ne hanno chiesto l’autorizzazione avverrà attraverso la conca di navigazione. Le attività di posa in opera dei nove cassoni si svolgeranno tra giugno e novembre, con un calendario legato alle condizioni meteorologiche.

Lascia un commento