Il Lago di Santa Croce capitale del windsurf

I windsurf della Classe Techno 293, giovanile e propedeutica alla olimpica RS-X ma anche per adulti che amano regatare ad armi pari con mezzi tra loro uguali, sono stati in azione sabato e domenica in condizioni molto varie per la tappa Veneta del Campionato del Nord.

Ventidue atleti ed atlete da Liguria, Friuli Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige hanno disputato una regata sabato (annullata per calo di vento e sopravvenuto temporale, da evitare con gli alberi in carbonio) e due regate domenica, mentre i più giovani nel loro raduno “kids” compivano 4 volte il percorso a loro dedicato.

Non è mancata sabato, in attesa del vento, una serie di regate in SUP (usando le tavole senza rig e pagaiando da posizione in piedi o in ginocchio), e i momenti conviviali hanno evidenziato ancora una volta la simpatia ed educazione dei regatanti.

Il Direttore Sportivo della LNI-Belluno Giovanni Battista Albrizzi così commenta al termine della manifestazione: “Abbiamo lavorato per portare in Veneto e qui a Santa Croce una delle Classi che più stimo perché estremamente educativa per la persona e per l’atleta”, durante la premiazione sono stati infatti premiati anche gli allenatori per evidenziare il loro contributo alla particolare atmosfera che si respira durante gli eventi.

Il Giudice di Regata che ha diretto la manifestazione: “E’ stato un fine settimana difficile a causa delle condizioni estremamente instabili ed anche pessime, con vento da nord, sud, ed anche a scendere dalle montagne sia da ovest sabato, che da est domenica: una squadra di volontari che è in forte miglioramento grazie al suo grande entusiasmo porterà questo Club alla eccellenza organizzativa come i Circoli Nautici più rinomati e famosi. A questo punto le Regate prestigiose aumenteranno di anno in anno. Complimenti alla flotta, sempre corretta… e bellissima da vedere, soprattutto in partenza”.

Lascia un commento