Tutti i passaggi dei partecipanti a La Cinquecento Trofeo Phoenix

Alle 02.25 di lunedì 2 giugno, TWT UComm, Class 40 di Marco Rodolfi e Matteo Auguadro è la prima imbarcazione assoluta e della classe X2 a passare l’isola croata di Sansego, primo waypoint della regata d’altura sulla rotta Caorle-Sansego-Isole Tremiti e ritorno organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita.

A breve distanza, alle 02.45 segue Fulcrum II dell’armatore ceco Marek Chartny, altro Class 40 che corre nella classe XTutti.

Il vento di scirocco della partenza ha sospinto le imbarcazioni partecipanti alla quarantesima edizione de La Cinquecento Trofeo Phoenix verso l’Istria, dove TWT UComm è stata la prima adagganciare il più robusto vento da nord-ovest presente nella tarda serata di domenica lungo la costa croata ed allungare il passo verso Sansego.

Nel gruppo di testa della flotta sono passate a pochi minuti di distanza Duvetica W.G. di Sergio Quirino Valente timonata da Alessandro Marega alle 02.55, Margherita di Piero Burello alle 03.10 e Wanderlust di Furio Gelletti e Franco Ferluga, seconda imbarcazione della classe X2 alle 03.35.

Buon passo anche per Il Moro di Venezia XVII di Alessandro Narduzzi della classeXTutti transitato alle 03.40, seguito da Dara 3 del We Sailing Team con Andrea Boscolo alla tattica alle 03.45 e da Vulcangas di Andrea Penzo alle 04.20.

Seguono a brevissima distanza, impegnati in un match-race che non mancherà di riservare sorprese in quest’angolo dell’alto adriatico dalle condizioni meteo-marine difficili e mutevoli, Demon-X Aldo Palmisano Int. di Silvio Sambo e Dario Malgarise transitato alle 05.10 e Black Angel del duo Paolo Striuli e MarcoTapetto alle 05.15.

Alle 07.20 è passata La Dolce Vita di Berti Bruss in coppia con il velista non-vedente Egidio Carantini e anche il resto della flotta è riuscita nellamattinata a lasciarsi Sansego alle spalle e dirigere la prua verso le IsoleTremiti.

Attardati rispetto al resto della flotta Batticuore di Marco e Andrea Morassut, che hanno fatto sapere di aver avuto qualche inconveniente tecnico a bordo risolto senza conseguenze e Atame! di Beppe Bisotto e Peter Leitner che non sono riusciti a restare agganciati al vento di bora della notte. Al rilevamento delle 15.00 entrambe le imbarcazioni si trovavano a largo di Premantura in condizioni di vento debole e dovrebbero riuscire a raggiungere Sansego in serata.

Amaro ritiro invece per Ali Raja di Paolo Morellato per avaria al timone, avvenuta nella serata di domenica 1 giugno a largo di Rovigno. Identica sorte anche per la coppia Massimo Juris/Pietro Luciani su Blucolombre, tra i favoriti con itempi compensati, che hanno dovuto invertire la rotta poche miglia dopo aver passato Sansego intorno alle 7,00 di lunedì 2 giugno e per i fratelli Pieri su Helium alle 15.00 a largo di Premuda.

Le condizioni di vento lungo la costa croata al momento sembrano assestarsi su valori medio-sostenuti, che potrebbero favorire i primi arrivi al secondo passaggio obbligato di San Domino alle Isole Tremiti nelle prime ore di martedì mattina.

La regata, valida per l’assegnazione del titolo nazionale di Campione Italiano Offshore FIV e per il Trofeo Sergio Masserotti-Armatore dell’anno UVAI è sponsorizzata da Phoenix Informatica Bancaria SpaBIM-Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni, con la partnership di Slam, Balan, Acqua San Benedetto, Meteo Sport, Techimpex, Cantina Colli del Soligo, Marina di Sant’Andrea, Istituto Lepido Rocco e con il contributo e del Comune di Caorle.

La regata potrà essere seguita attraverso i rilevatori satellitari installati a bordo di ciascuna imbarcazione partecipante nel sito www.lacinquecento.com sezione Tracking.

Lascia un commento