L’intervista: Jani Lethi ci parla del nuovo Next 37 Audi Quattro.

Di seguito l’intervista realizzata da Salona Italia, a cui si deve la linea racer dei Next, allo skipper finlandese Jani Lethi, protagonista con il suo nuovo Next 37 Audi Quattro all’ultima edizione della One Sails Cup.

Sei soddisfatto della performance del tuo team e di questa nuova barca?
Next37 Audi Quattro sta mostrando tutte le sue grandi potenzialità e sono sicuro sarà una barca vincente. Al campionato tenutosi in Slovenia abbiamo corso per la prima volta con la barca e il rigging quasi definitivi ed il risultato è stato una vittoria. Sono abbastanza soddisfatto della situazione anche se dobbiamo ancora tarare in modo definitivo la strumentazione e alcuni altri dettagli tecnici.

Il team che ha corso in questo campionato sarà quello che vedremo a Valencia o ci sarà qualche cambiamento?
Il team che correrà a Valencia sarà pressapoco quello che ha corso in Slovenia, con l’aggiunta di Enrico Zennaro che potenzierà il lato tattico.

Come sta andando lo sviluppo della barca? Avete trovato tutti i set-up o avete in programma altre sessioni di test e allenamento?
Fin’ora abbiamo corso solo pochi giorni col Next37, quindi c’è bisogno di molto altro lavoro da fare sui set-up e l’allenamento del team. Questa barca è molto sensibile alle regolazioni dell’albero ed abbiamo bisogno di altre miglia per capire a pieno come navigare meglio nelle diverse condizioni.

Quale pensi sia un vostro punto di forza ed uno di debolezza?
Sembra che la barca sia molto veloce a risalire in tutte le condizioni di vento e anche in condizioni di vento leggero sulle portanti. In condizioni di vento medio abbiamo qualche problema a scendere profondi quanto le grandi barche che armano spinnaker simmetrici, spero che potremo trovare una soluzione nel momento in cui avremo tutti gli spinnaker e la staysail da North Sails. Non abbiamo ancora veleggiato in condizioni di vento forte, ma sono certo che la barca ci farà correre e divertire molto sulle andature portanti.

Lascia un commento