A Serbidiola il Trofeo dell’Adriatico Meteor

 

Si è svolta nel weekend la 14^ edizione del Campionato Adriatico Meteor, la regata completamente dedicata alla Classe  organizzata annualmente dal CNC e, quest’anno, valida anche come prima prova del Campionato Zonale di Classe; la corrispondenza con le Selezioni ORC dell’Adriatico e le ultime prove del Trofeo di Primavera portano via sicuramente alcune barche, private dell’equipaggio o di parte di esso, così i numeri per questa edizione non sono esaltanti, 7 barche.

Bisogna anche considerare che per la Classe Meteor sarà un mese di maggio molto impegnativo e così qualcuno ha  certamente pensato di “dosare” le forze e gli impegni; la Classe sarà presente al Campionato Italiano Minialtura a Chioggia dal 15 al 18 maggio, subito dopo inizierà a Dervio, Lago di Como, il Campionato Italiano di Classe, nel weekend del 24/25 maggio ancora i Meteor presenti alla Coppa Metamauco e, infine, il primo weekend di giugno, Trofeo Leon 2^ prova del Campionato Zonale.

Inevitabile quindi qualche assenza e comunque le 7 imbarcazioni presenti hanno disputato un bel Campionato con 3 regate avvincenti e combattute fino agli ultimi metri dell’ultima prova. Sabato previsioni nerissime, ma alla resa dei conti il meteo non sembra così contrario, si decide di provare ad uscire in mare, alcuni Meteor con randa e fiocchetto olimpico arrivano fino alla imboccatura del porto, ma qua le condizioni del mare sono veramente dure, soprattutto per la nostra barca giuria; si torna indietro, si temporeggia un po’, poi arriva una botta di levante ancora più forte che peggiora le condizioni generali e si decide di rientrare con un nulla di fatto. Saggiamente il CdR mette in programma la prima prova della domenica alle ore 10.00, il che obbliga gli equipaggi padovani e vicentini ad una levataccia, ma è l’unico modo per tentare di portare a termine una prova mattutina; in effetti ce la si fa “a pelo” con una prova iniziata con un leggero ONO e finita praticamente senza vento con Serbidiola che, sfruttando gli ultimi refoli, ha rischiato di mandare fuori tempo massimo tutti gli inseguitori.

Nella tarda mattinata cominciava ad entrare un leggero vento da Est, subito seconda prova e vittoria di Morbin con vento in leggera rotazione a S e CdR bravissimo a seguire con le boe la rotazione del vento. Dopo due prove Campionato apertissimo, Serbidiola (1 – 3) e Morbin (3 – 1) hanno gli stessi punti e gli stessi piazzamenti, ma c’è anche Asiatyco
(2 – 2) con lo stesso punteggio; ultima prova quindi decisiva. Partenza con vento aumentato e  ancora in rotazione, Serbidiola e Morbin vanno subito davanti, Asyaticoè attardato e gira 4° la prima bolina, ma è il primo a strambare guadagnando subito metri e posizioni, alla boa di poppa Serbidiola è ancora in testa seguito però da Asiatyco che nel corso della seconda bolina riesce anche a passare davanti; nell’ultima poppa i tre potenziali vincitori sono praticamente
appaiati, in un gioco di strambate è però Serbidiola a conquistare la posizione migliore e chiudere di pochi metri davanti ad Asyatico e Morbin.

Tutto bello grazie anche allo splendido lavoro del CdR composto da Andrea Maria Moronato, Xenia Disertori, Giovanni Dal Maschio, Belinda Maniero e del mezzo posaboe guidato dall’ottimo Lucio Squillace. Prima vittoria nell’albo
d’oro per Serbidiola di Nicolò Cavallarin con a bordo due talentuosi ex laseristi del Circolo Nautico Chioggia: Suresh Puggiotto ed Edoardo Marangoni.

 

Lascia un commento