La Duecento e La Cinquecento iniziano a prendere forma

Si avvicina la stagione dell’altura a Caorle, con le regate offshore organizzate dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita che festeggeranno nel 2014 due importanti anniversari. Dal 9 all’11 maggio si disputerà la ventesima edizione de La Duecento e dal 1 al 7 giugno la quarantesima edizione de La Cinquecento Trofeo Phoenix.

Era l’autunno del 1974, un gruppo di soci e amici del Circolo Nautico Porto Santa Margherita ritrovatisi a parlare di regate e navigazione, proposero di organizzare una regata cui nessuno aveva mai pensato prima, impegnativa, su un percorso insidioso come quello dell’alto Adriatico e per la prima volta riservata a due soli membri d’equipaggio. Era nata la 500×2.

Vent’anni dopo, nel 1995, nacque La Duecento, su percorso di duecento miglia fino a Sansego in Croazia, riservata agli armatori che volevano vivere le emozioni di una regata offshore in minor tempo.

Molti gli equipaggi e le imbarcazioni che sono sfilate in questi anni partendo dal suggestivo skyline di Caorle in direzione della costa croata.

Ripercorrere la storia di queste regate significa ritrovare molti dei maggiori protagonisti della vela nazionale e internazionale degli ultimi quarant’anni,  Edoardo Austoni, Ida Castiglioni, Paolo Martinoni , Enrico Contreas, Pasquale De Gregorio, Sandro Chersi,   Mauro Pelaschier, Stefano Rizzi, Stefano Spangaro, Vittorio ed Enrico Malingri, Massimo Giacomozzi, Simone Bianchetti, Patrick Pheliphon, Felice Gusso, Francesco Pelizza,  Andreas Hanakamp,  Miranda Merron,  Paolo e Silvio Sambo, Dario Malgarise solo per citarne alcuni, ma anche la storia di tanti appassionati di mare e di vela, che specie nei primi anni, partivano per quella che aveva tutte le caratteristiche di una grande avventura, senza l’ausilio della tecnologia cui ormai siamo abituati.

Uno spirito che è giunto intatto anche ai giorni nostri, in cui malgrado l’uso di strumentazioni sempre più sofisticate, la passione e la voglia di mettersi in gioco in prima persona sono ancora il motore che spinge professionisti e semplici amatori ad  affrontare una regata d’altura.

Emozioni che sono state il filo conduttore della recente presentazione delle edizioni 2014 de La Duecento e La Cinquecento presso le Cantine di Cà Corniani alla quale sono intervenuti alcuni dei protagonisti delle prime edizioni, da Renzo Favaro, Giorgio Goti Vola, Sergio Cravedi a Mario Bonomi, che ha raccontato le sue prime 500×2 e le sue più recenti avventure intorno al globo.

Manca poco più di un mese al primo appuntamento con La Duecento e già si respira l’aria di attesa che accompagna da sempre le regate offshore del CNSM.

Molti gli equipaggi che stanno già facendo pervenire la pre-iscrizione, alcuni per la prima volta, segno di vitalità della più giovane regata alturiera di Caorle.

Sia La Duecento di maggio che La Cinquecento di giugno si correranno X2 e XTutti con i sistemi compensati IRC, MOCRA per i multiscafi e ORC per le imbarcazioni che partecipano al Campionato Italiano Offshore. Entrambe le regate saranno valide per l’assegnazione del titolo iridato -per la prima volta esteso quest’anno dalla Federazione italiana Vela anche agli equipaggi ridotti X2- e per il Trofeo Sergio Masserotti –Armatore dell’Anno UVAI.

Le regate sono organizzate dal Circolo Nautcio Porto Santa Margherita in collaborazione con le darsene Marina 4, Orologio, Marina di Sant’Andrea, la partnership di Birra Paulaner, Acqua San Benedetto, Techimpex, Slam, Balan, il patrocinio di Provincia di Venezia, Regione Veneto e il patrocinio e contributo del Comune di Caorle.

Main Sponsor de La Cinquecento sarà anche quest’anno la Phoenix Informatica Bancaria Spa, azienda leader nello sviluppo, assistenza e gestione di piattaforme hardware e software dedicate alla gestione bancaria.

Per entrambe le regate è previsto l’utilizzo dei sistemi di rilevamento satellitari  SGS Tracking già testati con successo, che garantiranno il monitoraggio in tempo reale delle posizioni dei partecipanti. Le previsioni meteo saranno affidate anche quest’anno al team Meteo Sport e curate dall’Ing. Pezzoli.

Lascia un commento