La Marina Militare stipula con gli Usa un accordo per una flotta sempre più verde

Un accordo di cooperazione tra la Marina militare italiana e quella Usa in vista dell’imminente avvio della produzione nazionale di biocarburanti da fonti sostenibili certificate. Verrà firmato il prossimo 2 aprile, alle 14.30, presso la Biorefinery Eni di Porto Marghera.

“Obiettivo dell’accordo – si legge in una nota della Marina – l’interoperabilità dei carburanti di nuova generazione per le navi e per gli aeromobili”, la cosiddetta “flotta verde”: “le due Marine hanno sperimentato con successo nei mesi scorsi miscele al 50% bioderivate e i risultati sono di grande auspicio anche per le altre marine della Nato, riducendone la dipendenza dal petrolio”.

La frazione di qualità “premium” si produrrà in scala industriale presso la biorefinery Eni di Venezia a partire da aprile 2014. “La biorefinery di Venezia – si legge nella nota – è il primo esempio al mondo di raffineria petrolifera convertita per produrre biocarburanti da oli vegetali, anche di seconda e terza generazione: un risultato industriale con importanti ricadute sul territorio, che trasforma il tradizionale sistema della Raffineria in un nuovo ciclo verde”

Lascia un commento