Emozioni: il trimarano accessibile a tutti

Il trimarano “Emozioni” nasce da 10 anni di esperienza con ragazzi diversamente abili che, grazie all’operato dell’Associazione EOS – Michele Dusi – onlus, hanno potuto imparare l’arte della navigazione a vela come attività riabilitativa durante il periodo del ricovero ospedaliero.

Con l’affermarsi delle attività a Castelletto di Brenzone, sul Lago di Garda, i fisioterapisti volontari che hanno dato vita all’Associazione hanno cercato di coinvolgere le più disparate tipologie di handicap e disabilità . Riuscendo ad adattare i mezzi a disposizione per consentire a chiunque di poter imparare a navigare in assoluto relax e sicurezza.

Sulla base di questa stimolante attività l’istruttore e progettista Valerio Pighi  ha ideato un prototipo di deriva  che fosse allo stesso tempo veloce e sicuro , accessibile e divertente , per abili e per disabili , facile da imparare e da gestire sia a terra che in acqua.

Proprio quest’anno si è potuto procedere alla realizzazione in serie dell’imbarcazione, realizzando la prima parte del progetto “Una flotta di emozioni ” che prevede la costituzione di una flotta di trimarani, con la quale organizzare corsi di vela gratuiti e avvincenti regate. Più che un trimarano Emozioni è una deriva con due piccoli scafi laterali  che ne impediscono il rovesciamento. Testato da illustri velisti tra i quali Mauro Pelaschier e Andrea Stella , il trimarano ha sempre risposto in totale sicurezza anche con venti di 30 nodi.

Questa nuova tipologia di imbarcazione è stata pensata per ospitare a bordo una o due persone . La prima, che può navigare in totale autonomia, è la persona diversamente abile. La sua seduta è centrale, rimovibile per essere movimentata  da un paranco, è può essere raggiunta facilmente con diverse modalità che variano a seconda delle abilità residue. Tutte le scotte e le drizze raggiungono la seduta del timoniere  in modo tale che chi porta la barca possa rollare/aumentare il fiocco, code O e randa, alzare/abbassare la deriva e, ovviamente, regolare le vele. Lo spazio di alloggiamento della seduta è ampio e aperto , il che consente una navigazione comoda ed una totalità esaltante con l’acqua ed il vento … E’ inoltre possibile personalizzare seduta e attrezzatura in modo tale da adattare il più possibile la strumentazione e rendere più agevole e divertente l’esperienza.

Il secondo componente dell’equipaggio è normodotato e avrà la mansione di prodiere o tattico. In alcuni casi, il prodiere assisterà il timoniere  qualora non fosse del tutto indipendente come, ad esempio, nel caso in cui il timoniere sia non vedente. Ad ogni modo la collaborazione tra disabile e normodotato , qualora realizzata in condizioni di parità, può essere molto interessante sia per il diversamente abile, che può sfruttare il suo talento ed esserne consapevole, sia per il normodotato che impara a fidarsi in un gioco di squadra di chi, apparentemente, ha delle capacità ridotte.

Emozioni è realizzato in materiali compositi, è lungo 4.26 mt e largo 1.86 mt, per un peso complessivo di circa 80 kg. La velatura consiste in una randa, un fiocco ed un codeO. Tutte le vele sono riducibili, per consentire la navigazione in totale sicurezza anche con aumenti di vento. Il rapporto peso/superficie velica fa di Emozioni una barca molto veloce, reattiva e semplice da governare. Inoltre è gestibile a terra da una sola persona, non necessita di gru e può ammarare e atterrare dalla spiaggia. Che ama cercare sempre nuovi lidi e competere in regate su un circuito non locale, apprezzerà di certo la facilità con la quale il trimarano può essere trasportato, anche in due esemplari per carrello

Lascia un commento