Project GEOsinertec dietro il successo di Little Wing alla Quantum Key West 2014

In una regata, conoscere il campo di regata, l’esatta evoluzione delle condi-meteo o la corrente può risultare una delle carte determinanti in chiave tattica. Vela Veneta ha voluto andare a conoscere coloro che si sono occupati di ciò e che, quotidianamente hanno informato l’equipaggio di Little Wing nella sua trasferta in territorio americano.

Project GEOsinertec è nato dall’esigenza di consolidare le scelte strategiche in ambito di regate veliche professionistiche, attraverso l’approccio scientifico.  L’idea di Riccardo Ravagnan e Marco Penzo, rappresenta un’innovazione allo studio ed elaborazione strategica di regata in quanto affianca all’analisi meteorologica uno studio geologico locale di dettaglio. Conoscendo le caratteristiche locali è possibile perfezionare la previsione meteorologica ed avere una panoramica completa sui fenomeni fisici che influiscono sulla tattica di regata, come, ad esempio, le correnti.  La sinergia tra le specificità della geologia e dell’ingegneria, permette di raggiungere il dettaglio interpretativo che fino ad ora è stato, spesso, bypassato a favore dell’esperienza.

In foto: Riccardo Ravagnan

In foto: Riccardo Ravagnan

“Nello specifico della regata di Key West – ci spiega Riccardo Ravagnan – il lavoro si è composto in una fase di elaborazioni attraverso il modello digitale del fondale, con il quale abbiamo cercato di comprendere la corrente anche associando i modelli a materiale esistente; nello specifico un lavoro sulla dispersione del petrolio in occasione dell’incidente avvenuto nel golfo del messico e un lavoro sull’utilizzo dell’oscillazione di marea per creare energia. Due/tre giorni prima dell’inizio regate abbiamo mandato il primo bollettino con il layout da approvare e una mail con le indicazioni teoriche sulla marea e correnti, da verificare sul campo. Da domenica 19 è iniziato l’ufficiale invio dei bollettini con immagine satellitare, mappa sinottica e vari grafici di monitoraggio maree, storico venti, modelli previsionali e descrizione discorsiva dell’analisi  più lo  schema orario della direzione e intensità venti che andava dalle 10 alle 16″ 

“Il lavoro – conclude il Project Manager – si è concluso il 24 con l’ultima regata e man mano che studiavamo la zona ci siamo accorti di strette relazioni tra condizioni meteorologiche e marea, in quanto l’oscillazione influenzava molto la pressione”

Esempio di monitoraggio: da notaresempio di monitoraggio la correlazione tra marea e pressione

Esempio di monitoraggio: da notaresempio di monitoraggio la correlazione tra marea e pressione

GEOsinertec, oggi, è diventata una piattaforma progettuale di GEOMATICA applicata alla Nautica e alla Vela Professionistica. Essa raggruppa, nel proprio team progettuale, collaboratori aventi competenze accademiche differenti (telerilevamento, sistemi informativi geografici, fisica terrestre, rilevamento geologico, geomorfologia, modelling ed elaborazione digitale, programmazione informatica, progettazione elettronica, fisica dell’atmosfera e meteorologia, idrografia, progettazione grafica ed urbanistica). L’offerta tecnica di Project GEOsinertec deriva da partnerships, con differenti realtà aziendali, che operano in sinergia concorrendo allo sviluppo del progetto. Esse rappresentano cardini insostituibili, attraverso i quali è possibile offrire una vasta gamma di servizi ad elevata qualità.

Al pari di Vela Veneta, anche GEOsinertec contribuirà alla buona riuscita del Campionato Italiano Minialtura in programma a Maggio a Chioggia, andandosi ad occupare degli aspetti meteo e di servizi come la trasmissione live delle immagini dal campo di regata e del tracking.